#Lacucinaunisceipopoli

Gelin Budu

TURKMENISTAN

di Roberta Restelli – http://ilsensogusto.blogspot.it/

Il tradizionale nomadismo turkmeno e le severe condizioni di vita nel deserto hanno modellato le abitudini culinarie dei turkmeni. La principale caratteristica della cucina turkmena è la sua semplicità sia per quanto riguarda gli ingredienti che i metodi di cottura. La cucina turkmena è più simile a quella che troviamo in Turchia, in Medio Oriente, in Cina e nei paesi musulmani rispetto alla cucina russa. La ragione è da ricercare nel fatto che il Turkmenistan è un paese musulmano e pertanto, il maiale è quasi assente nelle preparazioni della cucina tradizionale le cui ricette a base di carne prevedono l’uso del montone, della pecora e del pollame. Il piatto più popolare in Turkmenistan è il Pilav, meglio noto come pilaf, o in russo, Plov. È preparato con carne di agnello, carote, riso e cipolla. Il frutto più popolare in Turkmenistan e in generale nelI’Asia Centrale, è il melone. Dolce, delizioso e ricco di acqua è servito come dessert o come accompagnamento al tè. I mercati sono pieni di pile enormi di meloni che sono spesso dati in dono o come gesto di benvenuto e di addio.
l Gelin budu, o “cosce della sposa”, è il nome turkmeno-iracheno dato a queste morbide e dorate crocchette di carne (anche conosciute come Kubbat halab in arabo e Pirinç köftesi in turco). Ciò che rende unico questo piatto, oltre al nome insolito, è la crosta di riso impastata con la farina, che conferisce alle polpette un gusto e una consistenza unici.

Fonte
http://www.turkmenkitchen.com/en/gelin-budu-brides-thighs/
http://factsanddetails.com/central-asia/Turkmenistan/sub8_7b/entry-4820.html


Gelin Budu


Per 16 pezzi


Ripieno
  • 250 g di carne di manzo macinata (o agnello)

  • 1/2 cipolla bianca media tritata

  • 1 spicchio di aglio tritato

  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato

  • sale e pepe

  • 1 cucchiaio di olio di semi



Per il guscio

  • 1 patata di media grandezza
  • 250 g riso Originario Riso Scotti
  • sale
  • 15 g farina 00


  • abbondante olio di semi per friggere




 

Procedimento

Scaldare l’olio in una padella, unire tutti gli ingredienti del ripieno (tranne il prezzemolo) e cuocere a fuoco medio per 15 minuti. Alla fine, a fiamma spenta, aggiungere il prezzemolo e mescolare. Versare la carne in una ciotola e lasciarla raffreddare. In una pentola lessare la patata con la buccia fino a quando non sarà morbida. Togliere la patata, salare l’acqua, aggiungere il riso e cuocere per 20 minuti. Pelare la patata. Versare il riso in una ciotola e mescolarlo con la patata utilizzando le mani fino a quando non sarà ben amalgamato. Versare la farina fino ad ottenere una mistura appiccicosa. Dividere l’impasto in 16 parti uguali e con le mani umide, formare delle palline. Mettere una pallina nel palmo della mano sinistra, schiacciare con l’indice della mano destra nel mezzo per formare un incavo. Continuare ad allargare la pallina fino a formare un guscio. Tenere umide le mani per agevolare la costruzione di un guscio sottile. Riempire il guscio con il ripieno di carne, richiudere il guscio formando un ovale pressando bene. Continuare con le altre palline fino ad esaurimento. Conservare i Gelin Budu in frigorifero fino a quando non verranno fritti. In una pentola, scaldare abbondante olio di semi e friggere i Gelin Budu in gruppi di 4-5, fino a quando non saranno doranti. Servire caldi con un pizzico di sale.



di Roberta Restelli – http://ilsensogusto.blogspot.it/